Home chi siamo
chi siamo PDF Stampa E-mail

La UPF Universal Peace Federation

Il Trofeo della Pace, giunto quest'anno alla decima edizione, è promosso dalla sezione di Monza e Brianza della UPF Universal Peace Federation.

La UPF  è una ONG accreditata con "Special Consultative Status" presso il Consiglio Economico e Sociale (ECOSOC) delle Nazioni Unite e per statuto si prefigge di promuovere una vera cultura di pace che trascenda le religioni, le etnie, le nazionalità.

La UPF International è stata fondata nel 1999 in Corea dal Rev. Dr. Sun Myung Moon e dalla moglie D.ssa Hak Ja Han e poi diffusa in molte nazioni del mondo, promuovendo sempre un approccio interreligioso ed interdisciplinare verso la costruzione di un percorso concreto e condiviso per la pace nel mondo.

La UPF Italia è stata fondata a Roma il 13 maggio 2004 e la sezione di Monza e Brianza, dopo alcuni mesi di attività del Comitato Promotore, culminata con la veglia interreligiosa di preghiera all'Arengario del 21 settembre, è stata costituita ufficialmente il 19 dicembre 2005 come Associazione di Promozione Sociale.

Gli aderenti appartengono a molte fedi e culture diverse ed operano insieme per la pace ed i grandi valori comuni, senza abbandonare le proprie origini e tradizioni, mantenendo la propria specifica identità, nel pieno rispetto della libertà di ognuno.

Se l’aspirazione alla pace deve essere realizzata, essa ha bisogno di una grande confluenza di idee, di azioni e soprattutto di desiderio di dare la precedenza ai fattori unificanti piuttosto che a quelli che ci hanno sempre diviso: razza, nazionalità, religione, ideologia.

La UPF desidera quindi promuovere la ricerca della pace cercando di realizzare un modello sia di dialogo che di azioni che da esso dovranno scaturire, puntando sulla collaborazione tra tutti i soggetti interessati.

Gli Ambasciatori di Pace

L’iniziativa degli “Ambasciatori di Pace” è stata lanciata durante un incontro internazionale a New York, dal 25 al 27 maggio 2001, con lo scopo di onorare ed incoraggiare individui e famiglie che hanno dato prova di impegno nel processo di realizzazione della pace, e che hanno mostrato degli sforzi esemplari nel servizio pubblico.

Vi sono ad oggi oltre 1.200.000 “Ambasciatori di Pace” a livello mondiale che prendono seriamente la loro responsabilità, promuovendo i valori che ne sono alla base a livello del loro lavoro e del loro ambiente; più che il semplice ritiro di un attestato, questo riconoscimento è un appello all’azione.

Gli “Ambasciatori di Pace” stanno portando un contributo importante nell’ambito dello sviluppo umano, nella ricerca e messa in pratica di progetti di sviluppo sostenibile, nell’area della conoscenza e prevenzione dell’HIV/AIDS, nell’assistenza medica ai Paesi più poveri, nelle attività di cooperazione interreligiosa, nella messa a punto di un modello di “buona governance” e in molto altro ancora.

Iniziative di pace

Tra le varie iniziative di pace, vengono segnalate quella per l’unificazione della Corea e per la pace in Medio Oriente.

Nella penisola coreana, un unico popolo, con una lingua ed un’identità storica comune, è tenuto forzatamente diviso. La UPF si sta adoperando per accelerare l’opera di riunificazione, aumentando anche la consapevolezza delle cause di questa divisione.

Per quanto riguarda la Pace in Medio Oriente, già da alcuni anni vengono organizzate una serie di iniziative denominate MEPI (Middle East Peace Initiative), che vanno dai pellegrinaggi “speciali” in Terrasanta, ai quali partecipano esponenti dei vari campi e ministri di tutte le religioni, alle marcie per la pace a Gerusalemme, ai summit internazionali.

La pace in Palestina ed Israele è considerata, dalla UPF come fondamentale e propedeutica alla pace in altre aree critiche del mondo. Per realizzare questo obiettivo è necessario superare i risentimenti ed i conflitti, in particolare quelli tra le tre grandi religioni monoteiste. Questo è il motivo per cui vengono svolte, durante questi incontri, varie cerimonie di riconciliazione tra Ebrei, Cristiani ed Islamici.

Lo sport per la pace

La UPF patrocina il Festival Interreligioso per la Pace, il quale riunisce, in un evento a carattere internazionale, giovani di tutte le razze e di tutte le religioni per partecipare ad una molteplicità di attività sportive, dove gli atleti rappresentano la loro fede, cultura, nazione.

Questo Festival non solo premia l’eccellere nello sport, ma soprattutto promuove maggiore rispetto, armonia e conoscenza reciproca tra giovani di tutte le religioni e culture.

La Coppa della Pace è un torneo calcistico amichevole con cadenza biennale. L'obbiettivo della competizione, che vede la partecipazione di club di calcio di tutti i continenti, è promuovere la pace nel mondo.

I primi tre tornei si sono tenuti in Corea del Sud. Nel 2009 la competizione si è tenuta per la prima volta in Europa, dal 24 luglio al 2 agosto in Spagna e ha visto la partecipazione di 12 formazioni, tra cui Juventus, Real Madrid, Liverpool e Lione, mentre il torneo è stato vinto dall'Aston Villa.

 

Incontri, conferenze, corsi

Come parte del proprio impegno formativo la UPF realizza incontri, conferenze, seminari e simposi a livello mondiale, continentale, nazionale e locale. Fondamento di questi programmi è la natura interreligiosa, interculturale ed interdisciplinare, l’enfasi viene posta sulla necessità di un dialogo positivo, con rispetto e cooperazione reciproca.

Le conferenze annoverano, tra gli altri: i summit mondiali per la Leadership e la “Buona Governance”; le Assemblee Annuali della UPF; i Festival mondiali della cultura e dello sport; i summit del mondo islamico; i simposi sulla relazione dei Paesi nell’ONU; le conferenze internazionali sui mass–media; gli incontri continentali del Consiglio per la Pace.

Un altro aspetto fondamentale riguarda l’educazione dei giovani, le recenti tendenze nell’Educazione del Carattere hanno riconosciuto, su scala mondiale, l’importante ruolo che i Valori Universali rivestono nel percorso formativo.

Dichiarazione di intenti 

  1. La fondazione della nostra esistenza e la fonte della nostra natura originale, del nostro valore e della vera dignità umana è Dio, origine e genitore di tutta l’umanità.
  2. La famiglia è la fondazione della società umana. Realizzando famiglie di vero amore con veri genitori che educano figli con una buona indole, possiamo spianare la strada verso la pace nelle nostre comunità, istituzioni e nazioni.
  3. Il genuino desiderio di realizzare un mondo unito e pacifico chiama ognuno di noi a creare, in modo coerente con i principi universali, una cooperazione costruttiva tra l’approccio pratico e quello spirituale in tutti gli aspetti della vita e della costruzione della pace.
  4. La realizzazione della pace all’interno del nostro mondo diviso avverrà attraverso la messa in atto del principio del “vivere per gli altri”, sia nella sfera pubblica che in quella privata della vita.

Contatti

UPF/Universal Peace Federation - sezione Monza e Brianza

rec. tel.  (+39) 393.0077700

e–mail:  Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

web: sito italiano — sito internazionale

Allegati

scarica il volantino di presentazione