Home
Benvenuto in trofeodellapace.org!
Etica e valori nello sport: ne parliamo a Monza PDF Stampa E-mail
Mercoledì 04 Dicembre 2019 07:07

 

Il convegno sul tema “Etica e valori nello sport” si terrà martedì 10 dicembre alle 20.45 presso il Binario 7 in via Turati 6 a Monza - zona stazione FS, park in piazza Castello - con entrata libera. Promosso dalla UPF con il sostegno del Comune di Monza, in collaborazione con la Società Sportiva Sanrocco e la Federazione delle Donne per la Pace nel Mondo, l’evento sarà a più voci con la presenza dell’Assessore allo Sport Andrea Arbizzoni, mentre il sottoscritto ne sarà il conduttore insieme a Fabrizio Annaro, direttore del giornale online “il dialogo di Monza”.

Tra i relatori vi saranno atleti, tecnici e giornalisti, tra i quali Mario Beretta, già allenatore in serie A; Massimiliano Castellani, scrittore e giornalista di Avvenire che presenterà il suo nuovo libro “Un calcio al razzismo”; Sonia Ronconi, direttrice tecnica della storica società Forti e Liberi; Mauro Pregnolato, già campione italiano di mezzofondo e atleta master; Stefania IannizzottoLuca Bonisoli, per il progetto  Invictus del Rugby Monza; Gaia DadatiGiorgia Tieghi, calciatrici della Fiammamonza; Claudia Giordani (in attesa di conferma) nella doppia veste di Delegata CONI Lombardia, che patrocina il convegno, ed ex campionessa olimpionica. Con il contributo di Ettore FiorinaWilliam Brioschi.

Nell’occasione verrà proiettato il cortometraggio dedicato al Trofeo della Pace 2019, realizzato da alcuni studenti dell’Istituto Superiore Meroni di Lissone e presentato il nuovo progetto - prevista la collaborazione della UEFA - per ospitare in Brianza una squadra di calcio femminile composta da ragazze arabe ed israeliane. Saranno presenti i giocatori della nuova squadra interetnica Sanrocco UPF, che partecipa al campionato CSI di calcio open a 7.

L’evento è organizzato in occasione del 71° anniversario della Dichiarazione Universale dei Diritti Umani, che cadrà proprio il 10 dicembre, infatti lo scopo dell’iniziativa è quello di riflettere insieme sulle interazioni tra sport e diritti umani nella nostra società, valorizzando le buone pratiche sportive, spesso esempio di etica e valori positivi. Si considererà anche l’importanza dello sport ai fini della conoscenza reciproca e l’integrazione tra persone di differenti culture e nazionalità, nella convinzione che lo sport sia uno dei migliori veicoli per parlare ai giovani.

Per info: Carlo Chierico, Presidente UPF Universal Peace Federation - Monza Brianza
mail: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. tel cell 3930077700
IMG_3616

 

 
Pace e sport è un binomio possibile? PDF Stampa E-mail
Lunedì 08 Luglio 2019 10:50

Sì, certamente. È e deve essere un binomio. Lo sport è uno strumento potente di denuncia e spesso è stato la soluzione di situazioni difficili e di divergenze. Già in passato questo è avvenuto in eventi e momenti importanti, come il pugno nero di Tommie Smith e John Carlos o, più recentemente, con il disgelo tra Corea del Nord e Corea del Sud in occasione delle ultime olimpiadi invernali. Ma volendo guardare anche in casa nostra e in particolare a Monza, la realtà del Trofeo della pace è la dimostrazione di quanto lo sport sia importante e si leghi indissolubilmente alla tutela degli individui e dell’armonia globale.

La quattordicesima edizione del Trofeo della Pace si è svolta domenica 30 giugno presso lo stadio Sada. Quattro formazioni, in gran parte multietniche, si sono affrontate a colpi di goal in un torneo di calcio a 7 per una giornata all’insegna della competizione e dell’integrazione tra giovani residenti su uno stesso territorio ma appartenenti a nazionalità, culture e tradizioni diverse. La giornata si è aperta con le partite di qualificazione a girone unico, che sono durate tutta la mattinata, a seguire il pranzo insieme per favorire la conoscenza, il rispetto reciproco e l’amicizia tra i giovani partecipanti. Ma il momento clou del torneo sono state le finali nel pomeriggio. Terminate le qualificazioni, infatti, è stata poi la volta degli ultimi combattuti incontri del Trofeo della Pace.

La vittoria finale per 2 a 1 della Sanmaurense SPRAR Pavia sul CPIA Monza ha decretato il primo posto del torneo ai “pavesi”, seguiti dai giovani studenti di varie nazionalità del CPIA Centro Provinciale per l’Istruzione degli Adulti di Monza, che arrivano da 2 mesi di allenamento, tenuto una volta a settimana con allenatori volontari, grazie alla concessione gratuita sia del campo di allenamento sia dello stadio Sada da parte della Società Sportiva Fiammamonza Juvenilia. Al termine i giocatori del CPIA hanno poi regalato dei fiori alle loro professoresse per ringraziarle dell’impegno. La squadra del Real Monza si aggiudica il terzo posto, mentre al quarto posto troviamo l’UPF – Sport for Peace.

Al termine delle partite i giocatori sono stati premiati con coppe, medaglie e gadget (magliette del torneo) dalle autorità presenti, tra cui il testimonial di quest’anno Mario Beretta, allenatore con esperienze anche in serie A già presente in una precedente edizione, Carlo Zonato, Presidente UPF Universal Peace Federation e l’Assessore allo Sport del comune di Monza Andrea Arbizzoni.

Secondo Carlo Chierico, Presidente della UPF Monza, che ha organizzato la manifestazione insieme al Comitato brianzolo della UISP e con la collaborazione della AIAC Onlus, l’attività sportiva è uno dei mezzi per promuovere l’educazione, la salute e la pace, nonché valori sociali quali lo spirito di squadra, la competizione leale, la cooperazione, la solidarietà, i diritti umani. Per questo motivo a questa iniziativa sportiva è riconosciuto il ruolo di combattere l’esclusione sociale, le ineguaglianze, il razzismo e la xenofobia.

Infatti l’attività sportiva è non solo divertimento o faticoso confronto alla ricerca di una vittoria, ma è anche uno dei modi di ricerca e conoscenza di sé stessi e degli altri, di convivenza con essi e, in definitiva, di apertura ad una visione integrale dell’uomo. Lo sport è rispetto per sé stessi e per gli altri al di là di qualsiasi differenza, è tolleranza, è capacità di riconoscere i propri limiti e imparare a superarli.

Giacomo Orlandini (dal giornale online "il dialogo di monza")

GruppoTrofeo2019

 

 

 

 
Trofeo della Pace 2019 PDF Stampa E-mail
Domenica 23 Giugno 2019 15:42

La quattordicesima edizione del Trofeo della Pace prevede 2 date: domenica 30 giugno presso lo stadio Sada di Monza per il torneo interetnico di calcio a 7 maschile e domenica 29 settembre per il torneo interetnico di pallavolo femminile.

Promosso dalla sezione monzese della UPF insieme al comitato brianzolo della UISP, l'Unione Italiana Sport per Tutti, con la collaborazione dell'AIAC - Associazione Italiana Allenatori Calcio – Onlus e della Federazione delle Donne per la Pace nel Mondo, risulta una delle manifestazioni più interessanti in Brianza per il suo mix tra sport, educazione, integrazione e solidarietà; il Trofeo della Pace è stato ideato per favorire la pratica sportiva e attraverso di essa l'incontro, la conoscenza, il rispetto reciproco e l'amicizia tra giovani residenti su uno stesso territorio ma appartenenti a nazionalità, culture e tradizioni diverse.

Il torneo di calcio, che prevede la partecipazione di circa 80 giovani giocatori, delle varie nazionalità e comunità presenti sul territorio, si terrà domenica 30 giugno dalle ore 10 alle 18.30 presso la stadio Sada, con partite di qualificazione al mattino e finali nel pomeriggio, al termine si terranno le premiazioni, con coppe, medaglie e gadget per tutti, mentre è previsto anche il pranzo insieme per favorire la conoscenza e l'amicizia tra i giovani partecipanti.

Anche quest'anno è prevista la partecipazione di studenti di alcune scuole superiori, allo scopo di ampliarne la valenza educativa ed etica, insieme a giovani studenti, di varie nazionalità, del CPIA Monza, il Centro Provinciale per l'Istruzione degli Adulti, che potranno usufruire gratuitamente del materiale da gioco. I giovani studenti del CPIA verranno a giocare rodati da 2 mesi di allenamento, tenuto una volta a settimana con allenatori volontari, grazie all'impegno della prof.ssa Maria Antonietta Mancuso e alla concessione gratuita sia del campo di allenamento sia dello stadio Sada da parte della Società Sportiva Juvenilia/Fiammamonza.

Le squadre già formate saranno 6: UPF Sport for Peace, CPIA Monza, Real Monza, Sanmaurense SPRAR Pavia, Atletico XX Settembre, Spallanzaska, mentre altre 2 squadre giocheranno per la Coppa Fair Play. Il testimonial sarà Mario Beretta, allenatore con esperienze anche nelle serie A, già presente in una precedente edizione.

Quest'anno il Trofeo della Pace è rientrato nel progetto alternanza scuola/lavoro dell'istituto superiore IIS-IPSIA “G.Meroni” di Lissone: alcuni studenti della scuola, guidati dalla prof.ssa Maria Rosaria Marra, stanno realizzando un video cortometraggio ad esso dedicato.

Il torneo interetnico di pallavolo femminile, promosso con la collaborazione anche del Centro Islamico di Monza - grazie all'impegno della direttrice Tahany Shahin (Titti) - si terrà domenica 29 settembre presso una palestra scolastica del territorio, da identificare. L'edizione primaverile si era tenuta il 31 marzo presso la scuola media Bellani di Monza, con la partecipazione di circa 60 giocatrici tra ragazze e squadre formate da giovani mamme.

Il Trofeo della Pace ha ottenuto l'adesione e il patrocinio della Regione Lombardia, del CONI Lombardia, del Comune di Monza, della Provincia Monza Brianza e di molti Comuni del territorio.

locandina.2019

 
Donne: etica e valori nello sport PDF Stampa E-mail
Mercoledì 20 Marzo 2019 10:07

Donne: etica e valori nello sport, è il tema del convegno, aperto al pubblico, che si terrà venerdì 29 marzo dalle 20.45 presso la Sala Carver, al secondo piano dell'Urban Center Binario 7 a Monza, zona stazione FS, park in piazza Castello.

Lo sport come veicolo di valori etici, come strumento di dialogo e integrazione, di crescita personale e di costruzione di legami. Il tutto declinato al femminile. Questo il filo conduttore e lo spirito del convegno, condotto dalla giornalista Serena Scandolo e dal sottoscritto, che vedrà i contributi di tante donne di sport impegnate in modi differenti nella pratica sportiva, nel territorio brianzolo e su scala nazionale e internazionale.

Inoltre domenica 31 marzo dalle 14.30 alle 18.30 si terrà la nuova edizione del Trofeo della Pace al femminile, con il torneo interetnico di pallavolo, che vedrà la partecipazione di 6 squadre formate da ragazze e giovani mamme del territorio, presso la palestra della scuola media Bellani, entrata libera dal cancello di via Silvio Pellico a Monza.

Carlo Chierico, presidente UPF Monza Brianza. Per info: tel 3930077700 mail Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

00-volantino-Giornata-della-donna-2019