Home 2010 comunicati Giocate le partite della prima giornata
Giocate le partite della prima giornata PDF Stampa E-mail

Domenica 11 aprile si sono giocate le prime partite di questa quinta edizione del Trofeo della Pace, promosso dalla sezione di Monza Brianza della UPF/Universal Peace Federation con l'adesione e il patrocinio del Comune di Monza, delle Province di Monza Brianza e Milano e di molti altri Comuni, che man mano verranno segnalati nel link "patrocini".

Anche quest'anno al Trofeo partecipano 16 squadre con circa 200 giocatori in rappresentanza di molte nazionalità per favorire la conoscenza, l'amicizia e l'integrazione tra persone residenti sullo stesso territorio ma di diverse culture, tradizioni e religioni, che costituisce lo spirito fondante di questo torneo interetnico, che vuole essere un mix di sport e solidarietà, come molte delle iniziative promosse dal dipartimento UPF Sport for Peace, attivo sia a livello locale che nazionale.

I palloni utilizzati per le partite, come già negli anni scorsi, saranno quelli della campagna Diritti in Gioco, prodotti in Pakistan senza l'utilizzo di manodopera minorile e che garantiscono un equo guadagno ai lavoratori, importati e distribuiti in Italia da Commercio Alternativo.

Quest'anno il Trofeo è affiliato alla UISP, l'Unione Italiana Sport per Tutti, che già opera affinché lo sport possa essere uno strumento importante di integrazione tre le genti, contribuendo a diffondere la cultura dei diritti per tutti e della pratica dello sport.

Segnaliamo inoltre con piacere che prosegue la collaborazione con la Società Monza Calcio, la cui dirigenza ha dimostrato grande sensibilità ed attenzione a queste tematiche e, tra le altre cose, ci metterà a disposizione lo stadio Brianteo per l'ultima giornata, che si terrà domenica 13 giugno, con la finalissima e la festa conclusiva con premi e gadget per tutti i partecipanti.

Intanto la partita inaugurale ha visto affrontarsi le 2 squadre egiziane, finaliste dell'edizione precedente, e si è conclusa con la vittoria dei campioni in carica dell'Egitto Nord Africa per 4 a 1 sull'Egitto 1. Nella prima domenica si sono giocate altre 2 partite: i giovani dell'Ecuador 2 hanno vinto il derby sudamericano con il Peru' per 5 a 3, mentre la Romania si è imposta nettamente per 7 a 1 sull'Ecuador 1.

Tutte e 3 le partite sono state giocate con buona tecnica e grande agonismo ma soprattutto all'insegna del fair play, della correttezza e del rispetto reciproco, anche se non sono certo mancati l'ardore e la voglia di vincere da parte di tutti i giocatori in campo. Ha fatto piacere inoltre la presenza di molto pubblico, con amici e parenti dei partecipanti che con grande passione hanno incitato i loro beniamini, in questo si sono distinti per calore e simpatia i giovanissimi supporter dell'Ecuador 2.

Nel far presente che le 16 squadre sono state divise tramite sorteggio in 4 gironi preliminari e che le prime due classificate di ogni girone accederanno alla fase finale ad eliminazione diretta, ricordiamo che anche le 3 partite della seconda giornata verranno giocate presso il Campo Olimpionico Ambrosini in via Solferino a Monza, gentilmente messo a disposizione dalla società che lo gestisce, che ringraziamo vivamente.

Diamo quindi appuntamento agli appassionati per domenica 18 aprile, anche perché alle ore 15,00 nella prima partita scenderanno in campo gli amici della squadra del Tibet e non vogliamo certo far mancare loro l'incoraggiamento di tutti, non tanto per la partita che giocheranno contro il Marocco 2 ma soprattutto per la causa dei diritti umani, facendo sentire loro la nostra solidarietà e vicinanza per la drammatica situazione del loro Paese.

Per il calendario di tutte le partite, con i gironi e le relative classifiche, invitiamo a visitare l'apposita sezione di questo sito, mentre nei prossimi giorni verranno pubblicate le foto delle squadre e degli avvenimenti collegati, mentre per ogni informazione potete contattarci direttamente, trovate i nostri riferimenti cliccando sul link "contatti".

Carlo Chierico

la_partita_inaugurale