La terza giornata, con un pensiero agli amici abruzzesi Stampa

Sabato 11 aprile, nella terza giornata del torneo, si sono giocate solo 2 partite, d'altronde era la vigilia di Pasqua. Da rilevare la richiesta, venuta direttamente dai giocatori e subito accolta dall'arbitro, di ricordare con un minuto di silenzio la tragedia che ha colpito i cittadini de L'Aquila e paesi limitrofi.

Anzi ne approfittiamo, per stringerci calorosamente a fianco delle decine di migliaia di persone che hanno subito il terremoto e ne stanno tutt'ora vivendo le conseguenze, ed eleviamo al Cielo una sentita e commossa preghiera per tutte le vittime.

Tornando al calcio, ci limitiamo a scrivere che entrambe le partite sono state a senso unico, con una squadra nettamente superiore all'altra, come testimonia il punteggio finale che potete visionare nel "calendario e risultati".

Ci piace però sottolineare il comportamento, in campo e fuori, di tutti i protagonisti, che è stato esemplare, davvero all'insegna del nome Trofeo della Pace.

Sembra una cosa scontata, ma come sanno tutti coloro che seguono il calcio, non è sempre facile controllare l'agonismo in uno sport dove in ogni caso si vuole vincere e c'è il continuo contatto fisico tra avversari, allora bisogna riflettere un attimo prima di reagire, ascoltando magari le parole dei compagni meno coinvolti nel momento del "furore agonistico".

Intanto domenica 19 aprile giornata pienissima, con ben 6 partite: 4 si giocheranno presso il Centro Sportivo Ambrosini a Monza e 2 presso il Centro Sportivo Comunale a Brugherio.

Diamo quindi appuntamento sui campi agli appassionati e auguriamo a tutti i giocatori delle 12 squadre impegnate un magnifico pomeriggio di sport, con tanto divertimento all'insegna dell'amicizia e della condivisione.